Kendo nelle Marche


2 commenti

Enbu Taikai – Video

  English version

Con enorme ritardo siamo riusciti a preparare artigianalmente sia i video delle performance di apertura e chiusura della dimostrazione a cura di Mugen Yahiro, che una raccolta di highlights dei 5 incontri sfruttando il materiale video che avevamo.

L’idea di ritagliare uno spazio dimostrativo l’abbiamo introdotta qui, ed il risultato è andato oltre le nostre più rosee aspettative.

Desideriamo quindi ringraziare nuovamente tutti i partecipanti per la disponibilità dimostrata nell’accettare l’invito a quest’esperimento che era alla sua prima edizione!

Grazie a Franco Sarra, Dorian Pungetti, Andrea Li Causi, Bernardo Cipollaro, Christian Filippi, Enrico Monaco, Tomaso Boscarol, Leonardo Brivio, Mirial Livolsi, Angela Papaccio e Stefano Betti.

Grazie soprattutto per aver offerto un bellissimo esempio di kendo.

 

Annunci


4 commenti

Beatrice Palma per il “6° Trofeo dell’Adriatico”

Beatrice Palma è un’amica che abbiamo coinvolto nello staff per la 6° edizione del Trofeo in qualità di fotografa.

Come per noi il Kendo, Beatrice vive il suo “hobby” con passione e dedizione. Il sabato del Trofeo era influenzata, ma pur di mantenere l’impegno preso con noi, è rimasta fino a tardo pomeriggio per immortalare le premiazioni.

Credits – Beatrice Palma

credits – Beatrice Palma

credits – Beatrice Palma

credits – Beatrice Palma

credits – Beatrice Palma

Non le abbiamo detto molto sul Kendo, l’unica indicazione che le abbiamo fornito velocemente e senza troppi dettagli è stata di cogliere le espressioni delle persone presenti e cercare di catturare lo spirito durante la gara.

Tutto e niente per una persona che non conosce il Kendo.

A nostro modo di vedere, Beatrice si è spinta oltre, e siccome merita davvero attenzione per il lavoro svolto, invitiamo tutti i curiosi di visitare la sua pagina Facebook e di scoprire che non è brava solo ad immortalare il Kendo…

Converrete con noi che è riuscita a cogliere dettagli del Kendo decisamente interessanti; se avete apprezzato il suo lavoro lasciatele un commento.

A suo modo è una kendoka anche lei 😉

Grazie mille Bea!

Le foto ufficiali sono disponibili al seguente link.

http://www.facebook.com/media/set/?set=a.481393138632559.1073741831.481363665302173&type=1

*** *** ***

Chi si è perso il racconto del 6° Trofeo dell’Adriatico “visto da dentro” lo ritrova al seguente link

http://ikendenshin.wordpress.com/2014/02/21/il-6-trofeo-delladriatico/


Lascia un commento

Cherry crow

credits – Seancrane Photography

Tre settimane all’inaugurazione ufficiale della scuola di Kendo Ikendenshin in occasione del 6° Trofeo dell’Adriatico.

Per maggiori informazioni consultare il programma al seguente link.

http://trofeodelladriatico.wordpress.com/programma/


4 commenti

Taiko al 6° Trofeo dell’Adriatico

Il Taiko, in forme assai diverse, è molto presente nel mondo del Kendo, sia in allenamento che in cerimonie di primissimo piano.

Quando abbiamo introdotto l’Enbu Taikai qui, avevamo sottolineato la nostra volontà di mantenere una certa forma prima, durante e dopo la dimostrazione.

Per tale motivo abbiamo chiesto il prezioso contributo di Mugen Yahiro.

Mugen è un giovane artista specializzato nelle percussioni tradizionali giapponesi (Taiko).
Ha studiato l’arte in vari ambiti, cercando di creare un metodo di allenamento personale, che possa portare a sviluppare non solo mente e fisico, ma anche cuore e spirito.
Dal 2010 ad ora viene invitato in diverse zone d’Italia, per dimostrazioni e lezioni pratiche che introducono le basi per apprendere questo strumento.
Ha suonato in numerosi concerti a livello internazionale, e dal 2012 è membro del famigerato gruppo giapponese ”Ondekoza”.

www.ondekoza.com

Vive e suona in Giappone allenandosi tutti i giorni e facendo tournée con il suo gruppo.

Attualmente si trova in Italia per un breve periodo.

Per coloro che non conoscono l’arte del Taiko, abbiamo chiesto a Mugen di farci una breve introduzione da pubblicare qui sul blog di Kendo nelle Marche.

Il Taiko è un tamburo tradizionale giapponese che come molti strumenti a percussione ha origini molto antiche.  

Il suo suono e la sua vibrazione sono in grado di scuotere le fondamenta del cuore umano a tal punto che veniva spesso usato in battaglia per infondere coraggio e forza alle truppe alleate o per incutere incertezza e terrore a quelle nemiche.

Molti monaci lo utilizzavano in occasione di cerimonie spirituali, essendo considerato uno strumento sacro in grado di comunicare con la parte divina.

Alcuni credono che rappresenti il dio del tuono, portatore di pioggia e tempeste.

Altri credono che con la sua vibrazione sia in grado di purificare l’ambiente in cui viene suonato scacciandone i demoni che lo abitano.

Tuttavia originariamente la gente popolare lo suonava durante feste e celebrazioni per rallegrare ed elevare lo spirito.

Il taiko è capace di stimolare la nostra forza vitale, ed è in grado di metterci in una condizione che esprima al meglio le nostre energie ed emozioni.

La sua vibrazione è capace di creare una risonanza con il cuore, toccando a primo impatto la sfera emotiva delle persone.

E’ facile trovare così un respiro comune e aumentare il pensiero positivo.

Questo tamburo richiede una notevole quantità di energia per essere suonato al meglio, è quindi necessario apprendere le basi del corretto movimento

del corpo per evitare di rovinarlo e raggiungere uno stato dove la mente si liberi dall’influenza della società.

La nostra condizione, sia mentale che fisica, viene identificata subito tramite la pratica di questo strumento, capace di far risvegliare, sviluppare e

manifestare una grande forza interiore.

La postura, il movimento e la concentrazione sono fondamentali, se non si sanno applicare queste basi si svilupperà solo un’abilità tecnica quasi inutile.

Dal momento che l’obiettivo della pratica dovrebbe mirare a raggiungere un benessere sia fisico che mentale, bisogna concentrarsi su come si muove il corpo per arrivare a colpire il tamburo, liberare la mente per riuscire a sentire il suono, risuonare con la vibrazione per entrare nel ritmo.

Mugen Yahiro

Siamo certi che Mugen Yahiro apporterà un valore aggiunto importante all’Enbu Taikai, e suggeriamo quindi a tutti coloro che parteciperanno  allo Stage ed al Trofeo, sia da spettatori che da kenshi, di prendere nota della sua esibizione che avrà luogo subito dopo la fine dello stage mattutino e prima dell’Enbu Taikai!

Per maggiori informazioni consultare il programma al seguente link.

http://trofeodelladriatico.wordpress.com/programma/