Kendo nelle Marche


Lascia un commento

Stage Calcinato (BS)

  English version

Il 19 ed il 20 luglio si è tenuto a Calcinato (BS) uno stage condotto dai M° 7 Dan Reshi Lorenzo Zago e Livio Lancini.

Tutto è iniziato con una introduzione del M° Zago sul tema del seminario, con la relativa spiegazione. Il SUKI, inteso come “un’apertura fisica e/o mentale nell’avversario”.

Tutti gli esercizi del seminario erano volti a metterci in grado di poter riconoscere suki nell’esatto momento in cui si “manifesta”, in modo da poterne approfittare e fare ippon.

E’ stato sottolineato che per “ottenere” suki non bisogna aspettare in maniera passiva ma avere un atteggiamento propositivo in modo da andare a creare “un disagio” nell’avversario che si trasformerà in una chance da sfruttare.

Ci hanno diviso in 2 gruppi il primo fino a 2 dan ed il secondo da 3 dan a salire. I maestri si sono alternati nella conduzione.

Sabato con il M° Lancini abbiamo studiato come far reagire motodachi e creare quindi suki attraverso il nostro seme, per poi adattarci e di conseguenza colpirlo (questo necessitava di poter passare in maniera fluida da omote a ura oppure cambiare “al volo” tecnica di attacco).

Domenica con il M° Zago nella mattinata abbiamo studiato i Kendo no Kata curando molto nella parte finale la respirazione facendo delle “vocalizzazioni” durante la fase di avvicinamento.

Questo rendeva tutto più difficile e faticoso dato il maggior utilizzo di hara. Nel pomeriggio invece abbiamo studiato le oji waza non più come un uchikomi ma come se fosse una parte del jigeiko costruendo l’azione insieme al compagno per portarlo poi ad attaccare.

E’ stato un seminario molto impegnativo dove i maestri hanno puntato sulla qualità degli esercizi a  mio parere cercando di insegnarci il modo in cui poter andare a relazionarsi con il compagno e di vincerlo prima di averlo colpito.

Ringrazio i Maestri Lancini e Zago colonne portanti del Kendo Italiano per gl’insegnamenti e per la preziosa esperienza che è stato per me questo evento, spero di poterli vedere in maniera così “sinergica” presto.

Paolo Molinaro – Resp. Kendo Perugia Fudoshin Kai

www.kendoperugia.onweb.it


Lascia un commento

Kendo & Jazz 2014

  English version

Sabato 12 luglio si è tenuta a Perugia la seconda edizione del Kendo & Jazz.

Un ringraziamento particolare va a Bernardo Cipollaro 5° dan di Firenze, che come il precedente anno, ha accettato l’invito a dirigere l’evento.

Il programma verteva sul miglioramento del movimento delle gambe e degli spostamenti nelle diverse direzioni ashi sabaki, per poi proseguire con esercizi per la scioltezza dei polsi per migliorare il nostro sae.

credits – Gabriele Giugliarelli

Durante la pausa pranzo ci siamo ricaricaricati un po’ abbiamo mangiato tutti insieme con un “piccolo” rinfresco offerto dalla Fudoshin Kai; è stato un bel momento per fare quattro chiacchiere e conoscerci meglio.

Nel pomeriggio abbiamo poi ripreso con uchikomi, dalle tecniche “grandi” alle “veloci” e di quelle di risposta per poi concludersi con circa un’ora di jigeiko.

L’allenamento è stato piuttosto impegnativo sia dal punto di vista fisico sia dalle importanti nozioni di Bernardo. Alla fine eravamo tutti stanchi ma molto felici e sorridenti come vuole la “filosofia del Kendo”.

Al Termine come “Neo tradizione vuole”, siamo andati in centro a Perugia per l’Umbria Jazz con una atmosfera molto informale in linea con lo spirito di della manifestazione musicale, cena presso il punto di ristoro e subito concerti!!!

Umbria Jazz è un evento popolare, dai grandi numeri e dalla forte risonanza immerso in un ambiente assolutamente speciale che non ha riscontri in tutto il mondo e che lo rendono unico ed irripetibile.

Questo è stato uno dei motivi principali che mi hanno spinto ad abbinarci una giornata di Kendo in modo da poter condividere tutto questo con i “miei amici Kendoka”!

Si dice che Perugia sia il luogo in cui bisogna essere in questo periodo dell’anno…

Ringrazio, tutti i ragazzi della Fudoshin Kai Kendo Perugia per la loro collaborazione in particolare Sara Piagnani che ci ha preparato il pranzo, tutti i Kendoka presenti che rappresentavano “gran parte” dei Dojo del centro Italia, Lucca, Firenze, Colle Val D’Elsa, Porto San Giorgio, Fano, Rimini, Ravenna con una graditissima visita addirittura da Como!!!!!

credits – Gabriele Giugliarelli

Il Kendo & Jazz è stata l’ UNIONE dei “giovani” Dojo dell’Italia centrale (ad esempio il mio ha appena 2 anni) che condividono nella propria quotidianità le stesse difficoltà; sicuramente confrontarsi ed allenarsi tra noi è un ottimo metodo per superare queste difficoltà e raggiungere i nostri traguardi, si dice che l’unione fa la forza nel nostro caso l’unione fa il Kendo!!!!

Un abbraccio a tutti.

Paolo Molinaro – Resp. Kendo Perugia Fudoshin Kai

www.kendoperugia.onweb.it