Kendo nelle Marche


2 commenti

Intervista a “The Garage Creative Studio”

Come molti di voi già sapranno, tra poco più di un mese avrà luogo a Gradara l’evento organizzato dall’A.S.D. Ikendenshin giunto alla sua settima edizione.

La nostra indole è quella di collaborare il più possibile, e farlo con tutte le realtà del territorio della Pesaro Urbino creando una rete affinchè questo approccio valorizzi tutte le parti coinvolte.

Quando dalle nostre parti si parla di rete, il nome di The Garage Creative Studio è il primo che viene in mente. Sono stati infatti Cristiano ed Emanuele le persone che abbiamo contattato per curare la grafica del 7° Trofeo dell’Adriatico ed abbiamo deciso di presentarveli attraverso un’intervista.

Buona lettura!

The garage creative studio pesaro kendo 1

Kendo nelle Marche: Ciao ragazzi, ci conosciamo ormai da qualche anno ed ho avuto modo di apprezzare il vostro lavoro in diversi ambiti. Quando abbiamo iniziato a pensare alla 7° edizione del “Trofeo dell’Adriatico” di Kendo, volevamo rivolgerci ad uno studio creativo che potesse darci qualche input e guidarci meglio nella comunicazione. Il vostro nome è stato il primo che mi è saltato in mente ed ho subito pensato di proporlo ad i miei compagni di dojo, soprattutto per via della vostra particolare attenzione alle realtà che vi circondano, all’importanza che date nel fare rete tra associazioni. Da cosa dipende quest’approccio?

The Garage Creative Studio: Bella domanda. Dunque, credo dipenda dalla nostra natura, che poi è la stessa del nostro lavoro. Un po’ lo dice il nostro nome (The Garage Creative Studio is Open24hours™). Vivere con curiosità e riportarne gli input in ciò che facciamo. Il nostro lavoro ha spesso un’ispirazione esterofila, un po’ retrò, ma i contenuti, la spinta e le dinamiche vengono dalle nostre esperienze e dal legame con la nostra terra, che è molto più ricca di quel che non si creda. Vivere la nostra città ci aiuta a capirla meglio. Capirla meglio vuol dire poterla raccontare in maniera appassionata ed oggettiva. La dimensione è quella del garage che per entrambi (Lele e Cristiano) è stato il primo luogo di trasformazione delle cose.

The garage creative studio pesaro kendo 5
K.N.M.: Pesaro è una città con un grande potenziale, ma spesso è poco sfruttato. Siete stati tra l’altro i primissimi ad aver introdotto il concetto di coworking. In cosa consiste e come sta andando questo progetto?
T.G.C.S.:  Verissimo. Pesaro è una città davvero molto ricca, poco conosciuta dai suoi stessi abitanti. Strana storia. Non riconoscersi vuol dire non potersi raccontare. Purtroppo il coworking è defunto a dicembre 2014. E’ stata un’esperienza molto utile, di cui abbiamo esportato alcune linee nella nostra nuova sede. Ma il “cowo” è un’entità complessa che richiede più energie di quelle che noi possiamo spendere oggi. Ma non rinneghiamo nulla. E’ stata un’esperienza molto utile e resta una cosa molto importante che a Pesaro, di nuovo, manca. In questo senso crediamo che l’amministrazione comunale debba sostenere imprese no-profit di questo tipo.
The garage creative studio pesaro kendo 2 samurai
K.N.M.: Siete stati presenti a Lucca Comics & Games, la rassegna dedicata all’arte del fumetto, all’animazione in genere e tanto tanto altro. Com’è andata?

Continua a leggere