Kendo nelle Marche


Lascia un commento

Kendo & Jazz 2014

  English version

Sabato 12 luglio si è tenuta a Perugia la seconda edizione del Kendo & Jazz.

Un ringraziamento particolare va a Bernardo Cipollaro 5° dan di Firenze, che come il precedente anno, ha accettato l’invito a dirigere l’evento.

Il programma verteva sul miglioramento del movimento delle gambe e degli spostamenti nelle diverse direzioni ashi sabaki, per poi proseguire con esercizi per la scioltezza dei polsi per migliorare il nostro sae.

credits – Gabriele Giugliarelli

Durante la pausa pranzo ci siamo ricaricaricati un po’ abbiamo mangiato tutti insieme con un “piccolo” rinfresco offerto dalla Fudoshin Kai; è stato un bel momento per fare quattro chiacchiere e conoscerci meglio.

Nel pomeriggio abbiamo poi ripreso con uchikomi, dalle tecniche “grandi” alle “veloci” e di quelle di risposta per poi concludersi con circa un’ora di jigeiko.

L’allenamento è stato piuttosto impegnativo sia dal punto di vista fisico sia dalle importanti nozioni di Bernardo. Alla fine eravamo tutti stanchi ma molto felici e sorridenti come vuole la “filosofia del Kendo”.

Al Termine come “Neo tradizione vuole”, siamo andati in centro a Perugia per l’Umbria Jazz con una atmosfera molto informale in linea con lo spirito di della manifestazione musicale, cena presso il punto di ristoro e subito concerti!!!

Umbria Jazz è un evento popolare, dai grandi numeri e dalla forte risonanza immerso in un ambiente assolutamente speciale che non ha riscontri in tutto il mondo e che lo rendono unico ed irripetibile.

Questo è stato uno dei motivi principali che mi hanno spinto ad abbinarci una giornata di Kendo in modo da poter condividere tutto questo con i “miei amici Kendoka”!

Si dice che Perugia sia il luogo in cui bisogna essere in questo periodo dell’anno…

Ringrazio, tutti i ragazzi della Fudoshin Kai Kendo Perugia per la loro collaborazione in particolare Sara Piagnani che ci ha preparato il pranzo, tutti i Kendoka presenti che rappresentavano “gran parte” dei Dojo del centro Italia, Lucca, Firenze, Colle Val D’Elsa, Porto San Giorgio, Fano, Rimini, Ravenna con una graditissima visita addirittura da Como!!!!!

credits – Gabriele Giugliarelli

Il Kendo & Jazz è stata l’ UNIONE dei “giovani” Dojo dell’Italia centrale (ad esempio il mio ha appena 2 anni) che condividono nella propria quotidianità le stesse difficoltà; sicuramente confrontarsi ed allenarsi tra noi è un ottimo metodo per superare queste difficoltà e raggiungere i nostri traguardi, si dice che l’unione fa la forza nel nostro caso l’unione fa il Kendo!!!!

Un abbraccio a tutti.

Paolo Molinaro – Resp. Kendo Perugia Fudoshin Kai

www.kendoperugia.onweb.it

Annunci


2 commenti

3° Seminario nel Chianti

Svegliandomi quasi tutte le mattine alle 5:30 per andare al lavoro, quella di quest’ oggi non è stata un problema, partenza con Marco D. dal casello di Cattolica alle 6:30, compresa una breve sosta in autogrill, i nostri calcoli sono stati esatti per arrivare in perfetto orario alla volta di Barberino Val D’Elsa alla ormai nota palestra Equinox, nonché Dojo degli amici dell’Ittoryukai Valdelsa.
E’ la terza edizione dell’ attesissimo “Seminario del Chianti” tenuto dal Maestro Ishiyama Mutsunori 8°Dan kyoshi, coadiuvato da due 7° Dan, Yoneyama Toyohiro e Ebihara Sensei (vedi intervista di presentazione al link https://kendonellemarche.wordpress.com/2013/03/04/ishiyama-sensei-intervista-a-leonardo-brivio).

Ebihara, Ishiyama, Brivio, Yoneyama

Dopo un breve riscaldamento e il saluto, iniziamo schierati su tre file per uno studio approfondito delle tecniche di suburi a cura del M°Yoneyama, in seguito dopo il men-tsuke veniamo divisi in gruppetti di 4 per lo studio dei waza per poi terminare in kirikaeshi.
10 minuti di pausa, ed è ora del Jigeiko coi Maestri e i gradi superiori, tra cui ovviamente Leonardo Brivio, il nostro Maestro Stefano Betti, Salvatore Bellisai, Bernardo Cipollaro, Serafino Mellone, Gianluca Landi,  purtroppo il tempo non è stato generoso, c’è stato tempo per molti ma non per tutti.

Lezione di arbitraggio

L’ultima mezz’ora dell’ intensa mattinata, è stata una sorpresa per il sottoscritto, dal basso della mia umile esperienza, una cosa insolita, ossia una lezione sull’arbitraggio tenuta dai Maestri con bandierine regolamento dell’ AJKF alla mano, come ben precisato, alla base di un buon shiai c’è anche la perfetta conoscenza del regolamento, davvero interessante.

Pausa pranzo! Gli amici di Val D’Elsa hanno fatto le cose in grande, grazie alla bellissima giornata, è stata allestita una tavolata fuori al sole con un ricco buffet-self service, finalmente ci possiamo sedere in relax e scambiare quattro chiacchiere con gli amici salutati di fretta al nostro arrivo.

Il ricco buffet nippo-toscano

La prima parte dell’allenamento pomeridiano è dedicata allo studio dei kihon no kata e dei kendo no kata, per una pratica più adeguata i Maestri ci hanno divisi in 2 gruppi, fino a 2°Dan e 3°Dan e superiori.
Anche per il pomeriggio, il M°Ishiyama ha riservato una sorpresa, una prova pre-esame, dedicata soprattutto a chi lo avrebbe dovuto dare a breve termine.
Dopo un ovvia divisione in gruppi, i kendoka hanno fatto tutto il programma, a partire dal kirigaeshi per i gradi più bassi, fino ai kata col kodachi per i più anziani. A fine pratica un attenta analisi per ogni singolo praticante, con osservazioni e preziosi consigli.
Per concludere, si torna a coppie, bokuto alla mano per eseguire alcuni esercizi base dell’ Itto Ryu, cosa gradita a tutti, dato che non sempre e non con tutti si ha la possibilità di praticarlo.
E gran finale (è il caso di dirlo) i Maestri Ishiyama e Yoneyama hanno regalato un irripetibile dimostrazione di kata Itto Ryu.

Dimostrazione Itto Ryu

E anche qui è arrivato il momento dei saluti, foto ricordo col Maestro e il “Padrone” di casa, strette di mano e soprattutto un sentito ringraziamento e un saluto agli amici dell’ Ittoryukai Valdelsa, per la grandiosa opportunità di pratica che ci regalano da tre anni a questa parte con la presenza del Maestro Ishiyama.

Ci vediamo il prossimo anno!