Kendo nelle Marche

Stage Tecnico-Culturale di Kendo condotto da Takuya Murata Castenaso (BO), 19 febbraio 2017

Lascia un commento

 

credits – Kendo Emilia Romagna

Alcuni giorni dopo la pubblicazione del breve report di Alan sull’interessantissimo seminario di Castenaso dello scorso 19 Febbraio, siamo stati contattati dal M°Murata che molto cortesemente ci ha offerto il suo contributo affinché alcune imprecisioni riscontrate nel nostro scritto fossero corrette ed a proporci un riassunto di suo pugno riguardo la giornata da divulgare alla comunità di kendoka che segue il nostro blog.

Impossibile rifiutare una proposta di questo tipo!

Il M°Murata Takuya (Kendo Kyoshi 7°dan e Jodo Renshi 6°dan), al quale inviamo a nome di tutti i nostri lettori un sentito ringraziamento, ha redatto questo scritto che pubblichiamo testualmente.

 

Tema 1 ASHISABAKI

A. Okuri-ashi in avanti (Riassunto dell’anno scorso)

Differenza fra Yori-ashi e Okuri-ashi

Caratteristiche principali dell’Okuri-ashi in avanti

  • Gestire il peso del corpo costantemente con il secondo piede
  • Tempo di esecuzione in un unico tempo (Icibyoushi)

Suggerimenti:

Si spinge col piede posteriore e il piede posteriore rientra.

Non appoggiare il piede anteriore prima e poi richiamare il piede posteriore. Diventa un passo che consuma due tempi (Yori-ashi).

Invece di mandare in avanti il piede anteriore mandare in avanti il ginocchio anteriore.

Ricordarsi del cigno che avanza sulla superficie d’acqua.

(Sopra le anche non si muove e il Kamae dev’essere immutato di postura e alimentato di dinamica nello spostamento.)

B. Okuri-ashi indietro

  • Ricordarsi sempre che si tratta di un passo d’attacco e non di fuga.
  • Le angolazioni tra il ginocchio anteriore e il collo del piede anteriore vengono mantenute. (Mantenere e gestire il baricentro in avanti mentre si indietreggia.)
  • Come nel caso dell’Okuri-ashi in avanti, mantenere sempre il peso del corpo nel piede posteriore.

<Dimostrazione: Esempio dell’Okuri-ashi indietro>

Nihon Kendo Katà Ippomme: lo spostamento dello Shitaci quando schiva il colpo dell’Ucitaci.

<Esercizio: Okuri-ashi indietro>

<Dimostrazione: Degashira-wazà o Debanà-wazà con l’uso corretto degli Okuri-ashi>

Importanza di mantenere e gestire il peso del corpo costantemente col piede posteriore.

<Esercizio: Uso corretto degli Okuri-ashi>

Ucitaci: 3 Okuri-ashi indietro – Motodaci: 3 Okuri-ashi in avanti

<Esercizio: Debanà-men con l’uso corretto dell’Okuri-ashi – prima parte>

Ucitaci: All’inizio del terzo Okuri-ashi del Motodaci, eseguire il Colpo di Men in avanti

Motodaci: 3 Okuri-ashi in avanti

<Esercizio: Debanà-men con l’uso corretto dell’Okuri-ashi – seconda parte>

Ucitaci: Al tempo del terzo Okuri-ashi del Motodaci; Colpo di Men in avanti

Motodaci: Un istante prima del Men di Ucitaci eseguire Debanà-men al posto del terzo passo

<Esercizio: Generare il Debanà-men dall’Okuri-ashi>

A coppie, muoversi liberamente ma, ad ogni passo, adoperare in maniera corretta gli Okuri-ashi.

Appena si ode il fischio, da dove ci si trova in quel momento, eseguire direttamente il colpo di Men veloce.

Al fischio, Motodaci esegue un mezzo passo in avanti. All’inizio dell’avanzamento del Motodaci, l’Ucitaci esegue Debanà-men.

*Importante: Gestire costantemente il peso del corpo col piede posteriore.

C. Humikomi-ashi

<Spiegazione e dimostrazione del Humikomi-ashi>

Humikiri-Humikomi-ashi

I componenti immancabili in una mossa di un colpo eseguito col Humikomi-ashi

  • Humikiri-ashi (Forza esplosiva)
  • Humikomi-ashi (Peso corporeo e potenza)
  • Tsuké-ashi (Forza del lato sinistro del corpo)
  • Okuri-ashi (Potenza dell’intero corpo)

<Esercizio: Senza lo Shinai, provare ad attivare ogni singolo componente portandosi verso il corpo del Motodaci>

D. Hiraki-ashi

<Spiegazione e dimostrazione del Hiraki-ashi>

Esempio dell’esercizio di Hiraki-ashi eseguibile da solo

Verso sinistra, usare il Kae-ashi (cambio del piede)

  • Non modificare i Maai col Motodaci
  • Gestire e mantenere sempre il peso del corpo col piede posteriore

(Non lasciare una parte del corpo sulla traiettoria del movimento della spada e del corpo del Motodaci.)

*Esempio del Hiraki-ashi che avanza (Hiraki-ashi dell’attacco)

(Nihon Kendo Kata – Kotaci Ipponme, Kotaci Nihonme)

<Esercizio: Attivazione di: Humikiri, Humikomi, Tsuké (Hikitsuké) e Okuri-ashi finale per un colpo di Men>

  • Colpo di Men potente e veloce con l’attivazione dei 4 componenti essenziali
  • Debana-men che distrugge Debana-goté

Dopo il colpo, coll’Okuri-ashi finale, andare via velocemente come un soffio forte di vento

Tema 2 TENOUCI

<Spiegazione del “Te-no Uci”>

I Tenouci ai vari livelli e in diverse dimensioni

Alcuni punti importanti nell’impugnatura dello Tsukà e nella postura del colpo

Prendere lo Tsukà dello Shinai dall’alto (e non dal lato)

Le valli fra i pollici e gli indici sono in linea con il dorso della spada

Non stringere mai lo Tsukà e non chiudere il dito indice e il pollice di entrambe le mani

Abbassare le spalle

Non aprire i gomiti

Quando si carica lo Shinai non lasciare lo spazio fra il dito mignolo e lo Tsukà

Non ruotare, nel momento del colpo, né verso l’esterno né verso l’interno, i gomiti

Pareggiare le altezze di entrambe le spalle nel momento del colpo

<Attivazione del Tenouci>

*Tenere lo Tsukà impugnandolo gradualmente dal dito mignolo di entrambe le mani

*Colmare ogni spazio fra il palmo di entrambe le mani e lo Tsukà

*Elasticità dentro entrambe le mani, sempre

*Mai stringere con la forza lo Tsukà

*Mai usare la chiusura delle dita indice e pollice

*La direzione del colpo viene decisa dal corpo e dal Seichùsen del corpo non dalle braccia o dalle mani

*Ogni colpo viene realizzato con la chiusura graduale dal dito mignolo al dito medio di entrambe le mani

*Lo Tsukà va avvolto nelle mani. Non stretto dalle mani.

Spiegazione: “Chakin-shibori”

Spiegazione: “Saé”

Spiegazione: “Kànkyu”

<Dimostrazione: la mano che lancia lontano un sasso>

<Dimostrazione: il Tenouci del rebound>

*Recuperare dentro le mani il rimbalzo dello Shinai immediatamente dopo il colpo

<Spiegazione: un’altra importanza della pratica di Kirikaeshi>

*Tenouci degli Uké

*Applicazione del Tenouci dell’Uké agli Wazà come Suriaghe e Kaeshi

<Dimostrazione: Koté-Suriaghe-goté, Koté-Kaeshi-men, Men-Kaeshi-doh, Men-Suriaghe-men>

<Esercizio: Acquisizione del Tenouci col Hayasuburi con il Suri-ashi (applicare il Tenouci morbido e leggero)>

<Esercizio: Colpi di Men con il Tenouci>

<Esercizio: Acquisizione del Tenouci in Nidan-wazà (Importanza del Tenouci nel primo colpo)>

Takuya Murata – Kendo Kyoshi 7°dan e Jodo Renshi 6°dan

Annunci

Autore: Ikendenshin - Kendo Pesaro

Scuola di Kendo a Pesaro (Pesaro Urbino) - www.kendopesaro.it

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...