Kendo nelle Marche

Ljubljana‎ 2016

Lascia un commento

Kendo Trieste 2016

3° classificati a squadre – Samurai Cup 2016

Le foto dell’evento qui.

Ecco qualche riga sulla mia breve ma intensa esperienza al Seminario estivo che si svolge ogni anno in agosto a Ljubljana. Nonostante si trovi a due passi da Trieste (più o meno un’ora d’auto) questa è la prima volta che vi partecipo, perché le date coincidono sempre con le mie ferie…
La primissima cosa che mi ha colpito è stata la predisposizione dell’edificio ad ospitare un evento del genere; oltre alla location splendida, il parcheggio non manca e gli spogliatoi nemmeno…la palestra è molto spaziosa ed al piano terra è presente una mensa che rende veramente “comoda” la partecipazione al seminario.
L’evento, che ha visto praticare numerosi Iaidoka e Kendoka europei (Slovenia, Croazia, Italia, Belgio, Austria, ecc.), si è svolto su tre giornate: il venerdì sera ed il sabato e la domenica mattina e dopopranzo.
Purtroppo il venerdì sera mi è stato impossibile partecipare, ma gli amici che hanno praticato Kendo mi hanno raccontato di un allenamento con un intensità progressiva, con una parte iniziale di esercizi senza il bogu ed un breve spazio finale dedicato al ji-geiko.
Il sabato mattina, senza troppe chiacchiere, dopo il saluto iniziale e la presentazione dei Maestri (e naturalmente un doveroso ringraziamento al partecipanti) viene dato il men tsuke, qualche indicazione sugl’obiettivi dell’esercizio e via con la pratica!
Lo schema degli esercizi, che ci ha accompagnato per tutto il seminario, è stato il seguente: stesse coppie, esecuzione dell’esercizio due volte a testa ripetutamente fino allo yame impartito da Hirakawa Sensei, per poi cambiare esercizio. Al termine di ogni tecnica vanivano date coincise ed essenziali indicazioni per poi proseguire con il lavoro successivo. Ho trovato interessante l’idea di “non-rigidità mentale” che trasmette il M° Hirakawa con i suoi esercizi, che prevedono sempre una o più varianti “alternative” (passatemi il termine) alla tecnica classica, come ad esempio la tecnica do eseguita sia dal lato ura che omote sia in okuri-ashi che in ayumi-ashi. Una buona parte è stata dedicata allo studio del tame, con “soluzioni” di conclusione dell’attacco nel caso il primo taglio sia stato annullato dall’opponente ed in particolare su kote-men, dove il kote viene reso inefficace dall’avversario.
Tra le svariate tecniche che abbiamo eseguito ricordo un interessante esercizio “preparatorio” al kirikaeshi volto a sensibilizzare la “parata” del motodachi a distanza variabile ed utile altresì a kakarite per lavorare sulla centralità della postura, sul mae e sul corretto hasuji; oltre due diverse varianti al kiri-kaeshi che prevedono la prima un hasuji orizzontale sia con tecniche men (sayu men) che con tecniche do e la seconda un kirikaeshi “saltellato” con un avanzamento ed un arretramento dei piedi limitati ed un movimento delle braccia molto rapido.
Dopo diverse serie di esercizi di renzoku-waza a coppie ed a gruppi di tre, ci è stato proposto un esercizio che personalmente non avevo mai visto:
I due motodachi si dispongono in modo da formare una “L”, kakarite dopo un kote-men sul primo motodachi prosegue dritto con forte zanshin fino a raggiungere la linea immaginaria su cui è disposto (sulla destra o sulla sinistra) il secondo motodachi, quindi kakarite mantenendo una postura corretta ed una forte pressione in avanti ruota rapidamente (e qui entra in gioco un importante lavoro di ashi sabaki) verso il secondo motodachi, avvicinandosi, per poi eseguire una seconda tecnica doppia.
La mattinata si è conclusa con uchikomi geiko (solamente men o kote-men) sui gradi alti e la classica serie di choyaku-men finali seguite da un paio di respirazioni.
Dopo un abbondante pasto ed una pausa pranzo che permette di rilassarsi un po’, il pomeriggio riprendono gli esercizi con le modalità indicate in precedenza.
Purtroppo non son riuscito a fermarmi a guardare la sessione d’esami che, da quanto percepito il giorno seguente non ha destato “sorpresa” tra i partecipanti (le percentuali sono rimaste nella media) e quindi non sono stati regalati gradi in buona sostanza (congratulazioni ai nostri amici di Bologna, tutti promossi!).
Il riscaldamento pre-competizione della domenica mattina è consistito in pochi ji-geiko liberi di qualche minuto (ottimi per entrare nella mentalità giusta).
Iscritto nella competizione individuale ed a squadre mi ritengo personalmente soddisfatto, sicuramente per il fatto di essermi confrontato con gl’amici d’oltreconfine, ma anche perché credo d’aver capito i motivi che hanno portato a subire ippon (magari sono solo mie impressioni, ma anche se lo fossero mi permetteranno di puntare ad un obiettivo più alto la prossima volta…!).
In conclusione ho trascorso un bel weekend, forse non tra i più “illuminanti” tra i seminari a cui abbia partecipato, ma sicuramente non son tornato a casa deluso…E poi, come già sentito più volte, quando si parla di Kendo parliamo di keiko, keiko, keiko….e ancora keiko…
A presto, buona pratica

Marco
Nami Kendo Dojo di Trieste

Quest’anno il Nami Kendo Dojo riprenderà la regolare pratica più tardi del solito, ovvero a fine settembre, perché per la prima volta da quando è stato fondato, avrà una sede propria!!
Penso sia un problema comune ai Kendoka italiani, ma parlando di Trieste non è mai stato facile trovare una palestra adatta alle nostre (complesse e molteplici) esigenze…e gli unici spazi disponibili sono sempre risultati o troppo onerosi o disponibili solo ad orari improbabili….
Da quest’anno però, grazie all’impegno ed ai sacrifici di chi ha creduto nel nostro gruppo siamo riusciti a trovare un Dojo….E quindi colgo l’occasione per dirvi che quando passerete da queste parti, portatevi il bogu perché le nostre porte saranno naturalmente sempre aperte…!
A presto

Marco Tamaro
Nami Kendo Dojo di Trieste
cell. 348.2388125
e-mail: marco.tamaro@yahoo.com

Annunci

Autore: Ikendenshin - Kendo Pesaro

Scuola di Kendo a Pesaro (Pesaro Urbino) - www.kendopesaro.it

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...