Kendo nelle Marche

11° Seminario di Kendo con M°Sakai Yasuhiko (Kendo 7° Dan)

Lascia un commento

Stage Kendo Lucca Sakai 2015

Il 21 e 22 novembre scorso ho avuto la fortuna di partecipare allo stageorganizzato dalla Scuola Kendo Lucca e tenuto dal M° Sakai Yasuhiko (Kendo 7° Dan), e quindi di praticarefinalmente kendo, prima volta assoluta per me in Toscana, nel Dojo guidato da Maurizio Lipparelli.

Una realtà a me vicina, quella Toscana, perché ogni volta che posso torno in questa terra, anche se solo da turista. Posso dire quindi di essermi emozionato due volte.

Lo stage si è svolto in una “due giorni” piena nella splendida cornice della città di Lucca, dove non c’è stato modo di annoiarsi e il tempo è trascorso con una velocità impressionante.

Da subito mi ha molto colpito la gioia e lo spirito di accoglienza di tutti i Kendoka presenti ed è sembrato di essere nel Dojo dove pratico di solito.

A differenza della “mia” palestra, la presenza del pavimento in parquet elastico ha contribuito ad alleviare i fastidi alle mie giunture.

Nulla è stato lasciato al caso e tutto ha funzionato alla perfezione, segno che l’organizzazione dell’evento, giunto ormai all’undicesima edizione, è rodata e si è perfezionata nel tempo.

Mi ha colpito l’amicizia e il rispetto che lega il M° Sakai 7° Dan con il dojo di Lucca, in particolare con Maurizio, tanto da considerare l’evento qualcosa che va al di la del semplice insegnamento.

Lo stesso Maurizio mi raccontava, in una delle pause della pratica, che la prima volta che accolse il Maestro era nella palestra dove praticava, priva di riscaldamento e con un pavimento di linoleum durissimo. Il figlio Kengo, che vive e lavora in Versilia da anni, parlò a suo padre Yasuhiko della Scuola Kendo di Lucca, nacque così questo sodalizio che, nonostante le difficoltà iniziali, resiste tuttora.

Il Maestro Sakai 7°dan, ha una didattica molto evoluta ed ampia, ha insegnato Kendo nelle scuole superiori giapponesi della provincia di Gifu e, pur essendo in pensione, ha il suo Dojo dove allena una squadra del luogo.

La profonda conoscenza del Kendo e le sue qualità umane sono le caratteristiche più evidenti.

Durante il seminario abbiamo affrontato, non a caso, due argomenti base, ashi sabaki e tenouchi.

Gli insegnamenti sono stati a dir poco accurati e, pur avendoli già affrontati sono argomenti che danno valore aggiunto a quello che penso di sapere.

In particolare, sul Tenouchi è stato evidenziato il “lavoro” del palmo delle mani, che alla minima rotazione corrisponde un’inclinazione differente e significativa dell’atsugi.

Ho appreso da Maurizio che il Maestro Sakai, ad esclusione della sua prima venuta in Italia, è stato sempre accompagnato da due amici ed ex colleghi quasi sempre Settimi Dan.

Questo perché ritiene che ogni Maestro abbia il suo modo di insegnare e di praticare Kendo.

Questa interpretazione, a suo modo di vedere, amplia le conoscenze degli allievi più di qualsiasi altra cosa, ma a me viene naturale pensare che è un grande atto di cortesia e di umiltà, che lo fa assurgere al ruolo di Maestro a pieno Titolo e ciò viene percepito man mano che si entra nel vivo dello stage.

Abbiamo inoltre la fortuna di contare sulla presenza del figlio Kengo, che traduce ogni parola del Maestro consentendoci di capire appieno le tecniche su cui si articola lo stage, traduzione senza la quale molti dettagli sarebbero andati persi, per cui…. Un’enorme Ringraziamento a Kengo per il Suo notevole Impegno e per il Suo ottimo Kendo.

Allora, come è ovvio, tornano in mente gli insegnamenti del proprio Maestro di riferimento sorretti e metabolizzati da un altro punto di vista; essi si completano con cento altre sfumature, ma alla fine ti corrispondono.

Pur nella differenza linguistica, tutto è comprensibile e anche per chi risulta giovane praticante non trova difficoltà a svolgere la propria tecnica ben sapendo che il Maestro è pronto a correggere con pazienza tutti; intervallando teoria e pratica, possiamo dire di essere cresciuti durante tutto il week end insieme ai maestri, che si sono alternati nelle spiegazioni con grande sapienza.

La presenza, quasi discreta, del M° Bernardo Cipollaro, ha davvero completato l’evento.

Mi sento di dire che tra il panorama degli eventi privati presenti in Italia, il seminario di Sakai Sensei ha assunto per me un particolare valore, mi ha dato molto su cui lavorare nella convinzione e nella speranza di poter partecipare al prossimo venturo.

Grazie per l’impegno a tutti i “ragazzi” di Lucca, per i quali non bastano poche righe per descrivere le qualità di ognuno di loro, Grazie e a presto!

Gianni Gaspa

Mugen Kendo Como

www.kendocomo.com

Annunci

Autore: Ikendenshin - Kendo Pesaro

Scuola di Kendo a Pesaro (Pesaro Urbino) - www.kendopesaro.it

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...