Kendo nelle Marche

Kendo Camp 2015 – Turchia

Lascia un commento

  English version

La quinta edizione del Kendo Camp si è conclusa da pochi giorni e io non vedo l’ora di poter nuovamente rivivere questa fantastica esperienza.

Sono stati quattro giorni pieni zeppi di kendo,  di amicizia, di sudore e di risate. Il seminario estivo organizzato dai miei meravigliosi amici turchi nasce con l’intento non solo di praticare kendo, ma anche di passare del tempo assieme concedendosi qualche momento di relax, tante risate e dell’ottimo cibo.

Il seminario è così strutturato: due giorni di pratica ad Istanbul e due giorni di pratica in una località turistica turca; quest’anno (come per la scorsa edizione alla quale purtroppo non ho partecipato) la località prescelta è stata Şile, una cittadina sul Mar Nero.

I primi due giorni di seminario si sono svolti presso il dojo del Bogazici Kendo Club; due serate intensissime e divertentissime, dove ho avuto la possibilità di praticare nuovamente con moltissimi amici e conoscere molte altre persone meravigliose.

Dopo i due giorni passati ad Istanbul, moltissimo kihon e moltissimo jigeiko,  il sabato mattina presto (molto molto presto)  saliamo sul pullman messo a disposizione dall’impeccabile staff organizzativo, direzione Şile.

credits - Kendo Camp

credits – Kendo Camp

Il viaggio, complici le poche ore di sonno, per me dura meno di qualche secondo. In un battibaleno mi ritrovo presso la palestra che deve ospitare due giorni molto intensi.

Il programma è fittissimo; per la giornata di sabato sono previste 3 ore di pratica la mattina, piccola pausa, sessione di esami da primo a terzo dan, piccola pausa e ancora un paio di ore di pratica. I partecipanti sono molti, vengono quindi suddivisi in due gruppi a seconda della loro esperienza. Il gruppo di praticanti fino a primo dan viene seguito da Livio Lancini, al quale cerco di dare il mio supporto; il secondo gruppo, dal secondo da in su viene invece seguito dal maestro Park Jun, grande novità del Kendo Camp di quest’anno e grande amico di Livio, aiutato e non solo per la traduzione da Ma Yunsook e Imre Sipahi.

credits - kendo Camp

credits – kendo Camp

Inutile dire che le tre ore di pratica volano via veloci, tanto veloci che la pausa pranzo prevista in realtà è dedicata allo studio dei Kata.

Il momento degli esami è sempre particolare. E’ bellissimo vedere il sorriso delle moltissime persone felici di  essere riuscite ad esprimere il proprio meglio e allo stesso tempo è spiacevole vedere le facce tristi delle persone alle quali è mancato qualcosa per passare l’esame.

Il messaggio  di Livio e del maestro Park è comunque chiarissimo; non bisogna perdersi d’animo e cercare di migliorarsi sempre, lavorando costantemente sulle basi i risultati non tarderanno ad arrivare.

Finiti gli esami ci aspetta un altro po’ sudore!!! Nessuno si tira indietro e per un’altra oretta e mezza continuiamo allegramente a grondare anche perché sappiamo benissimo cosa ci attende alla fine della giornata: la spiaggia!

Inutile dire che le due ore passate al mare sono state la degna conclusione di una splendida giornata di kendo e amicizia.

Non vi racconterò del meraviglioso panorama che ho potuto gustarmi dalla finestra della camera d’albergo…

credits - Kendo Camp

credits – Kendo Camp

ma posso dirvi che la cena del sabato sera, come del resto quella del venerdì,  è stata meravigliosa!

Anche il programma di domenica è fitto fitto. Tre ore di seminario seguite da una competizione a squadre da 3 elementi.  Sono impressionato dal clima che si respira durante al competizione.

La correttezza e l’amicizia non cedono mai il passo alla voglia di vincere.

Un’altra meravigliosa giornata finisce ed è purtroppo il momento di salutare i numerosi amici con i quali abbiamo condiviso questi quattro memorabili giorni.

Anche quest’anno non posso che essere immensamente riconoscente verso tutti gli coloro che hanno organizzato, condotto e partecipato a questo seminario.  Ammiro lo spirito con il quale questo evento viene  vissuto da tutti. Ammiro la gentilezza, la simpatia e l’ospitalità che mi viene donata e non ultimo, ammiro il progresso tecnico del kendo  turco, che ho potuto toccare con mano, ma soprattutto con il cuore.  Avanti così e all’anno prossimo spero!

Tomaso Boscarol

Lambrate Kendo Club

www.lambratekendo.com

Annunci

Autore: Ikendenshin - Kendo Pesaro

Scuola di Kendo a Pesaro (Pesaro Urbino) - www.kendopesaro.it

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...