Kendo nelle Marche

“5° Seminario del Chianti”

1 Commento

foto di Emanuela Muratore

foto di Emanuela Muratore

Anche quest’anno abbiamo preso parte al Seminario del Chianti giunto alla sua quinta edizione.

Assieme a Paolo Verolini dell’Umi No Kenshi di Porto San Giorgio, Alessio ha avuto modo di poter praticare nella giornata di sabato sotto la guida del M°Ishiyama Mutsunori (Kendo 8°dan Kyoshi) coadiuvato come da consuetudine dal M° Yoneyama Toyohiro (Kendo 7°dan Kyoshi).

La struttura dello stage è ben collaudata e si è quindi partiti dagli esercizi di suburi e dai ichi kihon, particolarmente propedeutici per costruire e rafforzare una postura corretta ed un buon coordinamento gambe/braccia.

Terminata questa prima parte con bokuto, prendiamo shinai e bogu e c’immergiamo in una marea di tecniche prontamente illustrate dal M° Ishiyama.

Per Ishiyama Sensei, la postura mentre ci si muove verso l’obiettivo non è assolutamente trascurabile ed infatti la parte di keiko e studio delle tecniche parte da men-uchi su tre diverse distanze.

Men da distanza molto ravvicinata, men da distanza media (chika maai) ed infine men da distanza issoku itto no maai. Il Maestro, nel mostrare come colpire da una distanza relativamente lunga senza però scomporci, ci suggerisce di pensare ad arrivare idealmente a toccare con la nostra gola il kensen del compagno. E’ “solo” questione di non farsi ingannare dall’effetto ottico.

Effettivamente Ishiyama, che non è affatto alto, ha mostrato a tutti i presenti che colpire men da issoku itto no maai è possibile anche all’età di 70 anni…

Terminata la parta di studio delle tecniche, abbiamo avuto modo di praticare in jigeiko prima di andare a pranzare nel ristorante interno della struttura Equinox, sede dello stage.

La pausa pranzo scorre vie veloce e ci ritroviamo operativi per la seconda parte del seminario, tradizionalmente dedicata in buona parte ai kendo no kata.

Yoneyama Sensei si prende cura dei kyusha e shodan nella sala adiacente mentre i restanti sono sotto l’attentissimo Ishiyama Sensei per la pratica dell’intera serie dei kata, dall’odachi (1-7) al kodachi (8-10). Terminata questa sessione, i Maestri tornano assieme per mostrarci l’uso del bokuto per i Dai ni Kihon, forme che hanno trovato una buona collocazione sia nella serie ufficiale dei Nihon Kendo no Kata. che in quella dei Bokuto Ni Yoru Kendo Kihon-waza Keiko-ho.

Prima d’indossare nuovamente il bogu, Ishiyama Sensei che oltre ad essere un 8°dan di Kendo è anche un esperto insegnante di Itto Ryu, ci ha proposto il deba ireba. Questo esercizio viene per l’appunto dall’ Itto Ryu ed ha la sua basi nel kiriotoshi e nell’avvicinarsi al compagno di pratica in ayumi-ashi da una distanza lunghissima.

La giornata di sabato sta per giungere al termine, ma prima di guadagnarci la doccia, ci aspetta un intenso kubungeiko strutturato come segue: jigeiko, uchikomi-geiko, kararigeiko e kirikaeshi!

I minuti sembrano interminabili ed arriviamo alla fine della giornata totalmente “vuoti”, proprio come dovrebbe essere alla fine di ogni allenamento di kendo.

Cinque minuti di stretching e poi di corsa sotto la doccia per rientrare a casa e svenire nel letto dopo una bellissima giornata di keiko assieme a tanta bella gente.

Grazie mille agli amici dell’Ittoryukai Valdelsa ed Ittoryukai Firenze per aver riportato anche quest’anno i Maestri Ishiyama e Yoneyama e grazie a tutti i presenti per aver scambiato tanta energia con noi.

Annunci

Autore: Ikendenshin - Kendo Pesaro

Scuola di Kendo a Pesaro (Pesaro Urbino) - www.kendopesaro.it

One thought on ““5° Seminario del Chianti”

  1. Pingback: Umi no Kenshi al V° Seminario del Chianti | Umi no Kenshi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...