Kendo nelle Marche

Campionati italiani di kendo 2011

4 commenti

Il post avrebbe potuto anche essere intitolato “Messina Rulez”. Il club siciliano fa piazza pulita aggiudicandosi la competizione a squadre e l’individuale maschile con Giuseppe Giannetto. Per quest’anno sono loro i campioni.

Non dimentichiamoci del lato femminile della competizione. Complimenti a Laura Imperiale, dello Shubukan Torino, che sconfigge in finale Francesca Ricciuti, campionessa uscente.

I risultati li sapete tutti ormai:

Individuale maschile

1. Giuseppe Giannetto 2. Fabrizio Mandia 3. Christian Filippi, Edwing Soldati. Fighting Spirit a Demetrio Orlando

Individuale femminile

1. Laura imperiale 2. Serena Ricciuti 3. Mirial Livolsi, Ma Yun Sook. Fighting Spirit Irene de Petris

Competizione a suqadre

1. Kendo Messina F.C. 2. Kodokan Alessandria 3. Do shin ken Alessandria, Kuma no kai Catania.  F.S Christian Filippi

Ricordiamo che si tratta dei primi campionati italiani a cui si è potuto accedere solo attraverso una selezione, cosa mai accaduta prima.

Da segnalare la collaborazione con la RAI che, per il secondo anno, ha dedicato uno spazio all’evento sui canali di rai sport.

Unica nota dolente è la scarsità di materiale online sull’evento. Per chi si fosse persa la trasmissione rai e non fosse stato presente all’evento (molti visto l’obbligo delle selezioni) cattive notizie. A una settimana dall’evento ancora in rete tutto tace (o quasi). Se non fosse per qualche instancabile appassionato come Antonio Zumbo non potremmo nemmeno mostrarvi le immagini che seguono.

Un estratto dalla trasmissione di rai sport.

Ecco la finale maschile tra Fabrizio mandia e Giuseppe Giannetto

La semifinale a squadre Catania vs Messina

Finale Kodokan Alessandria vs Kendo Messina F.C.

Annunci

4 thoughts on “Campionati italiani di kendo 2011

  1. é stata una grande gara e si è visto un incremento significativo del Kendo italiano. Impresa già successa 31 anni fa, con la squadra composta da Franco Costa, Antonio Zumbo, Salvatore Serra, Matteo Moraci e Piero Cardone. L’impronta del compianto M° Costa è ancora presente ed è stata ulteriormente sviluppata dall’impegno costante e dai continui viaggi in tutta Europa e Asia dei numerosi Kendoka messinesi (compreso il sottoscritto). Sembra che l’identica latitudine di Messina e Tokio sia l’elemento che rende naturale praticare Kendo per queste due popolazioni, anche alla luce dei risultati registrati negli anni precedenti e la presenza costante, da almeno 35 anni, di kendoka messinesi nella rappresentativa nazionale.

  2. ..ma il modo in cui porta a termine il colpo decisivo nel primo video non sembra un’esultanza?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...